Tag

, ,


Sempre da Più Libri Più Liberi, appunti da conferenze di Imelda Antonicelli… Meditate, gente, meditate! 🙂

Come diventare uno scrittore di successo

Di Marco Visinoni – Edizioni La Linea

Il giovane scrittore, già autore di un paio di romanzi, spiega come sia necessario per uno scrittore, autoprodotto o pubblicato da una casa editrice, autopromuoversi e occuparsi personalmente del libro.

Che la pubblicazione non è il punto d’arrivo, ma il punto di partenza.

Tra i suoi suggerimenti c’era quello di far parte di social network quali facebook, twitter, anobii, ecc.

Suggeriva, inoltre, di partecipare alle presentazioni dei libri di altri autori e, se questi sono famosi, cercare di avvicinarli, prima o dopo la presentazione, magari in un bar offrendogli un caffè, in modo di incuriosirli e “affiliandoli” alla propria cerchia di amicizia e magari, un domani, chiedere loro di farvi l’introduzione ad un libro o alla presentazione di esso.

Suggeriva, su Anobii, di scrivere vere e proprie recensioni e non solo dei commenti, in modo che gli editori, o autori, (che a quanto dice seguono con attenzione il social) possano riconoscere la vostra mano o il vostro stile e seguirvi e cercarvi magari per una pubblicazione.

In pratica sostiene che in tal modo possiate farvi una “reputazione”.

Specificava di non fidarsi di case editrici a pagamento e tanto meno delle agenzie letterarie; di seguire le indicazioni degli editor nel momento in cui la casa editrice accetta di pubblicarvi e di non puntare solo su di una o su quella che vi ha risposto prima.

In poche parole, sosteneva di aspettare più proposte e di accettare la migliore, non solo dal punto di vista del compenso ma da ciò che offre: presentazioni, pubblicità, distribuzione, edititing, ecc.

In fine: non arrendersi al primo no, se credete nel prodotto finale, fate di tutto per farlo emergere e non dimenticate mai di allargare la cerchia degli amici, perché non potete mai sapere gli amici degli amici chi conoscono.

Se siete di un determinato paese o avete scritto un libro ambientato in quella zona, contattate l’autore del posto perché vi presenti e vi faccia fare una presentazione in loco, così che la gente locale (che spesso è sensibile a queste cose) acquisti il vostro libro.

Su questo preferisco non commentare, ma sono d’accordo al 50%. Il mio marketing è basato sulla regola “annuncia l’uscita 1 volta e poi mettiti a scrivere il prossimo libro”. Ma io sono una grafomane compulsiva, so benissimo che la maggior parte degli scrittori ha un libro o due da scrivere e vorrebbe campare di reddita su quello/i. Auguri in tal caso… 🙂

Annunci