Tag

, , ,


Oh, cavolo, ho fatto passare due settimane! Va be’, diamo la colpa al jet-lag…

Dunque, sono stata alla mia prima Worldcon perchè era a Chicago, una delle mie tre città preferite. Mi sono anche fermata a New York, quindi mi mancava solo San Francisco per una vacanza perfetta, haha!

Purtroppo, essendo soprattutto per i fans di fantascienza (televisiva, cinematografica o libraria), ero un po’ spaesata, dato il mio concetto di fantascienza che nasce da film e fumetti (e vecchie serie TV degli anni 60-70-80 – quelle nuove non le seguo). Però è stato divertente. Anche se poi metà del tempo l’ho passato a scrivere lo stesso. L’altra metà a conferenze, mie o altrui. Meno male che ero andata per socializzare. L’Eremita non va mai in ferie, sigh.

Comunque, sarò senz’altro a Londra nel 2014, magari riesco a organizzare una conferenza con i miei amici sceneggiatori che hanno anche scritto romanzi! Inglese obbligatorio, sorry… D’altronde se la sono cavata brillantemente anche gli ottimi Luigi Petruzzelli e Debora Montanari, quindi non siate timidi! Sì, ho sentito parlare italiano anche alla Chicon (anche da due passanti, probabilmente fan in incognito)!

Altra curiosità – a New York c’è una libreria che stampa libri sull’unghia o quasi. Hanno questa Espresso Book Machine che stampa su ordinazione. Sono disponibili anche per le autopublicazioni, ma ovviamente dovete essere in grado di parlare inglese… però se volete dire che il vostro libro è in vendita a Manhattan, potete rivolgervi a loro! 🙂

Annunci