Tag

,


…trovato a Più Libri Più Liberi con autore presente alla conferenza No Editoria A Pagamento dove ha discusso uno dei capitoli – quello sull’editoria a pagamento, messa a confronto con l’autoproduzione (che è quella che faccio io e che verrà elaborata nel Vademecum).

Ovvero “Cose che gli aspiranti scrittori farebbero meglio a non fare ma che invece fanno” di Cristiano Armati (che in realtà conosco di nome, ma l’ho realizzato solo in seguito, a libro acquistato e fiera finita, perchè in realtà conosco meglio il suo “socio”).

Che dire, rapida e piacevole lettura (l’ho letto in un paio d’ore dopo cena), con molte cose che già sapevo, ma evidentemente gli italici aspiranti scrittori si ostinano a ignorare (tipo quella che bisogna pagare per pubblicare o, se femmine, bisogna darla a qualcuno per pubblicare).

Io posso aver spedito manoscritti per raccomandata nel secolo scorso, ma erano per lo più premi letterari (Urania, Montblanc, Calvino) e in quanto è ben noto e pluridecennale il malfunzionamento di Poste Italiane nella spedizione di materiale vario. Con la raccomandata in teoria si è sicuri che viene recapitata.

In teoria, appunto, dato che apparentemente qualcuno mi ha restituito un libro per posta raccomandata nel secolo scorso e non mi è  mai arrivato. Comunque è sconsigliato inviare manoscritti agli editori per raccomandata.

Sul deposito SIAE sono d’accordo che sono soldi buttati e non si fa una bella figura con chi riceve il materiale non richiesto. Devo ancora studiare le direttive internazionali (programma studio 2012…), ma comunque non sono mai stata harparofobica, dato che sono prolifica. Puoi rubarmi un’idea, ma ne ho altre 100 e ti conviene pagarmele che inimicarti la sottoscritta – buona sì, fessa no – e poi comunque non c’è diritto d’autore su un idea o un titolo, solo sull’esecuzione e i casi di plagio sono veramente rari.

Comunque, aspiranti scrittori che mirate all’editoria tradizionale, date una letta a questo manualetto… se poi deciderete di propendere per l’autoproduzione, ripassate di qua in corso d’anno nuovo!

Buon 2012!

Annunci