Tag


Meditando su un autore (anglofono) che nel suo epic-fantasy ha usato nomi italiani mischiando nomi di antichi romani con nomi medievali con nomi scritti male con nomi inventati, ho pensato che non ho mai chiamato nessun uomo del paese delle amazzoni “Bello” (in caso non si fosse notato, gli uomini del paese delle Amazzoni hanno nomi di questo tipo – e tali rimangono anche nella versione inglese).

Poscia ho pensato (sempre perchè quel tipo mischia termini greci e latini – che ci posso pure stare, visto che comunque sono vicini come civiltà) che “bello” in latino aveva tutto un altro significato… come abbiamo fatto in 2000 e passa anni a usare come aggettivo maschile una parola che significava “guerra” con tutt’altro significato? Misteri della linguistica. Sicuramente l’italiano “bello” non deriva dal latino (o diremmo ancora “è pulcherrimo!”), chissà da dove lo abbamo preso…

Meditazioni settembrine mi portano a dire che probabilmente chiuderò questo blog al termine di Jessamine o al compimento di un anno.  Era un esperimento, ed è fallito. Non ho più niente da dire, mi dispiace per i miei tre sottoscrittori, ma almeno due parlano anche inglese, quindi possono trasferire il loro abbonamento all’altro blog, se preferiscono. Quello per ora rimane, anche se pure lì sto riconsiderando la mia carriera scrittoria.

Pensieri pre-autunnali. Vedremo come si concretizzano.

Annunci