Tag

,


1. Meglio la bolletta elettronica (risparmio 150gr di CO2 a bolletta). Limitate anche la stampa di foto e documenti (l’uso di carte per stampanti immette circa 1,7kg di CO2 per chilo di carta)

2. Con 21°C si sta bene. Con 20°C si sta altrettanto bene, ma si evita di immettere in atmosfera 300kg l’anno di CO2 per abitazione. Se avete il riscaldamento centralizzato, installate valvole per regolare la temperatura. D’estate spegnete il condizionatore per 4 ore al giorno da giugno a settembre.

3. Anche trasportare acqua costa energia, che se prodotta da fonti fossili immette CO2 in atmosfera. Tenete chiuso il rubinetto mentre vi lavate i denti o vi radete (risparmio di 60kg di CO2 l’anno) o usate un miscelatore aria/acqua.

4. L’UE ha dato indicazione ai paesi membri di mettere al bando le buste di plastica entro il 2010. Cominciamo da ora a usare quelle biodegradabili o, meglio, quelle di stoffa riutilizzabili.

5. La bici è il mezzo a più alta efficienza energetica e quello che usa energia pulita al 100%. Se c’è, usate un bike sharing, in auto o in treno una bici pieghevole.

6. L’acqua da bere dovrebbe essere sempre quella del rubinetto (buona e sicura): ma se ha un sapore poco gradevole, prendete le bottiglie grandi (da 1,5lt).

7. Cambiate le vecchie finestre per evitare la dispersione del riscaldamento. Semplice è la sostituzione delle finestre a vetro singolo con serramenti nuovi e doppi vetri (riduzione di CO2 di circa 350kg l’anno).

8. Attenti al frigo. Se si lasciano raffreddare i cibi prima di metterli in frigo si risparmiano circa 6kg di CO2 per ogni apertura degli sportelli

9. Lavatrice e lavastoviglie sempre a pieno carico.

10. Grazie agli incentivi del Conto Energia, i pannelli fotovoltaici sono il migliore investimento per risparmiare producendo corrente elettrica in modo totalmente pulito.

11. Da gennaio 2009 gli impianti di riscaldamento dell’acqua calda sanitaria di tutte le nuove abitazioni devono avere un’integrazione obbligatoria di solare termico, almeno del 50%. Significa che almeno la metà dell’acqua calda deve essere ottenuta con il Sole.

12. Una turbina mircoeolica di taglia inferiore ai 3KW, posizionabile sul tetto, permette lo “scambio sul posto” della corrente elettrica prodotta con quella prelevata dalla rete elettrica. Con un’installazione da1,5KW, dal costo inferiore ai 3000euro, si possono quasi azzerare i consumi du casa di una famiglia di 4 persone – verifica “ventosità annua” della propria zona su www.enel.it/enelsi.

13.  Ottenere dalla propria compagnia di assicurazione auto una tariffa di tipo PAYD (pay as you drive, paga in base a quanto guidi) ridurrebbe le emissioni di CO2 di 3.7milioni di tonnellate.

14. L’auto da usare è di piccola cilindrata, ibrida o a metano.

15. Su 10 spostamenti in auto,  sceglietene uno coi mezzi pubblici. Se tutti gli italiani lo facessero, il 10% dei viaggi si trasferirebbe dal privato al pubblico: e questo comporterebbe, oltre a un beneficio nel portafoglio, un risparmio di emissioni da 2,4 a 3,5milioni di tonnellate l’anno di CO2.

16. Gli alimentatori consumano energia anche quando non sono connessi con i cellulari (o altri dispositivi) di cui devoni ricaricare le batterie.

Cercate 3 persone che non sanno che gli alimentatori consumano anche quando non caricano e informatele, consigliando loro di staccarli dalla presa finito l’uso. E chiedete loro anche di informare altre 3 persone che non lo sanno. Se lo fate tutti, in pochi giorni avremo avvertito l’Italia intera.

Per ulteriori approfondimenti sull’argomento Focus di novembre è ancora in edicola.

Copincollate a volontà e diffondete.

Annunci